Continua la battaglia per il ” THE SPOT”

Continua la mobilitazione in difesa dello skatepark “The Spot” di Ostia. Dopo la chiusura e l’affidamento al Vicariato, molte sono state le iniziative per chiedere la riapertura immediata della struttura.

Domani è stata lanciata una manifestazione pubblica alle 16 davanti la “scuola popolare Handala” di piazza Gasparri. «Non possiamo accettare la chiusura di presidi sociali giovanili come lo skatepark, mentre imperterrita continua la devastazione e il saccheggio dei nostri territori. Non dimentichiamo la totale incuria in cui viene lasciato il parco Willy Ferrero e il totale disimpegno della politica sulla rinascita degli istituti scolastici presenti nel territorio – dichiara Marta di Occupy Skatepark – Non accettiamo, anzi rifiutiamo e rispediamo al mittente, la facile pratica di quella politica che crea calderoni mediatici su “l’Ostia malavitosa”, per poter giustificare operazioni repressive dietro cui nascondere la totale mancanza di una visione e di un’idea nuova di territorio. Non c’è giustizia senza rispetto dei diritti».

Sinistra per Roma X Municipio fa sapere che «la chiusura dello skatepark di Ostia è avvenuto per abuso edilizio, abuso tollerato nel tempo da alti, bassi e medi papaveri politici dell’ex tredicesimo municipio di Roma e del Comune sia del centrodestra che del centrosinistra mentre ora si cerca di incolpare altri nascondendo le vere responsabilità. Lo skatepark, nel deserto di luoghi di aggregazione del municipio ed in particolare di alcune zone, come Nuova Ostia, è stato e rimane per tanti giovani del quartiere lo spazio essenziale e spesso unico per poter esprimere socialità, espressività, responsabilità e non deve essere tolto se non in presenza di una alternativa che comunque ora non c’è. I sigilli messi il 14 agosto sono ingiustificati e non solo perché non è stata la parrocchia a chiedere il sequestro preventivo, essendo il Vicariato di Roma proprietario dell’area, ma soprattutto perché rappresenta l’ennesimo attacco delle istituzioni ai nostri quartieri. Si parla tanto di violenza, ma non è violenza su un territorio non aver costruito il centro sportivo previsto una decina di anni fa’ con gli articoli 2 o il centro Culturale-Biblioteca Giovanile? E’ accettabile che la scuola pubblica Amendola-Guttuso, il primo Istituto Comprensivo del Municipio, da alcuni anni non abbia un proprio dirigente scolastico dedicato, ma un “facente funzioni”, concausa del drastico calo degli iscritti e della dispersione scolastica? E’ tollerabile pulire Piazza Gasparri solo tre giorni prima delle elezioni? Ma qualcosa sta cambiando, le parole hanno cominciato a lasciare il posto alle azioni e nell’ultimo anno sono nati una palestra e una scuola popolare, proprio nel deserto della politica incapace, corrotta o semplicemente troppo distante dalle istanze della cittadinanza. Per questo Sinistra per Roma del X Municipio (Prc, Pdci e Osservatorio Civico 13) aderiscono e sostengono le iniziative che nel quartiere e in tutta la città chiedono la riapertura immediata dello spazio, rimandando tutte le discussioni a… dopo. Per tutte queste ragioni noi saremo presenti alla manifestazione che si svolgerà Sabato 7 Settembre con appuntamento alle ore 16.00 davanti alla scuola popolare Handala di Piazza Gasparri e invitiamo i giovani e chi per i giovani vorrebbe una qualità della vita migliore a partecipare».

Fonte: http://www.ilmessaggero.it

DC shoes presenta il suo nuovo digital showcase
Joel Parkinson Pro Surf Training
Close
Close My Cart
Close

Close
Navigation
Categories
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: